Ogni anno, il primo fine settimana di Giugno, si disputa a San Secondo Parmense il Palio delle Contrade.

Le tre giornate del Palio ripropongono i festeggiamenti avvenuti nel 1523, in occasione del matrimonio tra il Conte Pier Maria dé Rossi e Camilla, figlia del signore di Vescovado Giovanni Gonzaga fratello del marchese di Mantova.

Tanti nobili signori intervenivano alla festa, tra i quali spiccava Giovanni dé Medici, fratello della contessa Bianca e zio di Pier Maria, e Pietro Aretino, sempre al seguito dell’amico Giovanni.

La corte dei Rossi e le sei contrade – Bureg di minen, Castell’Aicardi, Grillo, Dragonda, Prevostura e Trinità – animano il Borgo con cortei, banchetti, cerimonie, rinascimentali.

La Spalla di San Secondo, regina della festa, viene dispensata a tutti nelle cene propiziatorie, abbondantemente innaffiata dal vino “Fortanina”.

Spettacoli di musici e sbandieratori, falconieri, duelli di spade, visite notturne alla splendida Rocca dei Rossi e scenografie suggestive caratterizzano i giorni magici del Palio.

La domenica, sul far della sera, si disputa la spettacolare Giostra della Quintana, che viene corsa con gli anelli più piccoli d’Italia.