SAN SECONDO
Nel cuore della pianura parmense, San Secondo si adagia sulla sponda
526651_428945697121643_592497298_n-2  logo-palio san-secondo-parmenseoccidentale del Taro. I sepolcreti dell’età del bronzo, le centuriazioni
romane, l’architettura medievale e l’arte rinascimentale – ancora oggi
superstiti nella Pieve di San Genesio e nella Rocca dei Rossi – sono le
tappe miliari di una storia che poche zone, anche limitrofe, possono
vantare.
Il popolo di agricoltori si è da sempre ingegnato nella conservazione,
nella trasformazione e nella commercializzazione dei prodotti della
terra e degli allevamenti, dai cereali al vino, dal formaggio ai salumi.
E un salume da San Secondo ha preso il nome, la spalla, della quale si
ritrovano le prime citazioni ufficiali già nel 1170.
Oggi, poco meno di seimila abitanti, San Secondo difende i suoi
prodotti, la sua storia e le sue tradizioni principalmente con due
importanti manifestazioni, il Palio delle Contrade, la prima domenica di
giugno, e la Fiera della Fortanina e della Spalla di San Secondo,
l’ultima domenica di agosto.
San Secondo ha dato i natali a uomini illustri nelle scienze e nelle
arti, nelle lettere e nella musica.

PALIO DELLE CONTRADE
Il Palio delle Contrade di San Secondo, manifestazione riproposta ufficialmente dal 1990, si svolge la prima domenica di giugno e vuole rievocare le sfarzose cerimonie del 1523, quando il conte Pie541285_636450099704534_776918274_n1r Maria de’ Rossi sposava Camilla, figlia di Giovanni Gonzaga di Vescovato e cugina
del futuro duca di Mantova Federico II. Cortei in costume, case
addobbate, strade imbandierate, “ricostruzioni” storiche, banchetti e
libagioni culminano nella disputa del “Pallium Sancti Secundi”, fra le
sei Contrade: Buregh di Minén, Castell’Aicardi, Dragonda, Grillo,
Prevostura. Trinità.Già nei giorni antecedenti hanno inizio i festeggiamenti che
coinvolgono tutto il Borgo e gli illustri amici e parenti della contessa
madre Bianca Riario e di tutta la Corte dei Rossi. Il sabato, immediata
vigilia, vengono accolti gli sposi, Pier Maria e Camilla, omaggiati dai
Signori delle Contrade. La domenica, sul far della sera, dopo il corteo
storico, si disputa la giostra della quintana, corsa con gli anelli più
piccoli di tutta Italia.

SAN SECONDO
San Secondo lays in the heart of the Parma plain on the western side of
Taro River. The cemeteries of the Bronze Age, the Roman “Centuriazioni”,
the Medieval architecture and Renaissance art surviving in the parish S.
Genesio Church and in the Rock “Rocca de’ Rossi” are places where to
stop because a few neighbouring sites can boast such vestiges.
The villagers, mostly farmers, always devote themselves to the
preservation, the processing and the sales of agricultural produce and
of breeding, from cereals to wine, from cheese to salami and cold pork
meat. A peculiar pork meat, named “Spalla”, is even officially mentioned
in some documents dating back to 1170.
Nowadays, with its about 6000 inhabitants, S. Secondo preserves its
products, history and traditions mainly through 2 important events: “the
Palio delle Contrade”, which takes place the first Sunday of June, and
the Fair of the “Fortanina and Spalla di San Secondo”, on the last
Sunday of August.
Some renowned scientists and artists, musicians and men of letters were
born here.

PALIO DELLE CONTRADE
This event has been reintroduced officially since 1990. It takes place
the first Sunday of June and its purpose is the recalling of the
sumptuous ceremonies dating back to 1523, when the Earl Pier Maria de’
Rossi married Camilla, Giovanni Gonzaga of Vescovato’s daughter and
cousin of Federico II, the future duke of Mantua. Parades in period
costume, houses and streets decked out with flags, historical revivals,
banquets and libations have their peak in “Pallium Sancti Secundi”, a
challenge among six Quarters people name “Contrada”: Buregh di Minén,
Castell’Aicardi, Dragonda, Grillo, Prevostura and Trinità.
Celebrations start in the earlier days and involve the whole village
and all the renowned friends of the Mother Countess, Bianca Riario, and
of all the Court of the Rossis. On the eve, on Saturday, the engaged
couple, Pier Maria and Camilla, are celebrated by the Lords of the
“Contradas”. On Sunday, towards evening and after the historical parade,
the challenge takes place: it consists of the Quintain Joust and it is
the tilt characterized by the most little rings of Italy.